Eternitamente

Data spettacolo

13

febbraio
2016

Archivio

Ore: 21

Eternitamente, l'inganno della salamandra
di e con Marina Coli 
appuntamento fuori stagione

“Io sono amianto, il puro, l'incorruttibile, l'incontaminato. Sono vivo, come tutti gli esseri della terra, sono inosilicato a catena doppia di tetraedri, vibro di vita...io sono Serpens...Vivo in natura, nel buio della roccia. Mi avete usato senza distinguere il mio bene dal mio male, mescolandomi a tutte le vostre invenzioni che hanno causato danni alla terra, la mia culla, solo per l’egoismo e l'interesse di alcuni. Lasciatemi, lasciatemi tornare nel mio buio, nel mio silenzio…”

Eternitamente porta in scena il dramma dell’amianto in un racconto appassionato e sofferto.
Costruito attorno all'ingannevole figura di una salamandra, la cui menzogna è credere di essere immortale al fuoco ed eternamente resistente, lo spettacolo svela l’inganno in cui si muovono i fili dell'interesse e del potere economico contro la salute di tanti. Sono trenta milioni le tonnellate di prodotti contenenti amianto sul suolo italiano, centomila le persone che muoiono ogni anno nel mondo a causa di questa fibra killer.
L'amianto continua ad essere un business a cui pochi sono disposti a rinunciare. Una catastrofe silenziosa, in cui si muovono coraggiosamente i passi di chi ha cercato e cerca giustizia, di chi continua ad affermare la salute come diritto al di sopra dell'interesse economico.

Condividi su