Chi siamo

La Corte Ospitale è un centro di produzione e residenza teatrale attento ai nuovi linguaggi della scena contemporanea. L'Associazione ha sede a Rubiera, in provincia di Reggio Emilia, all'interno di un complesso monumentale del XVI secolo adibito nel 2000 a polo culturale, a seguito di un attento restauro che, pur preservandone le caratteristiche architettoniche, lo ha dotato di attrezzature tecnologiche all'avanguardia.

All'interno della Corte Ospitale, un tempo luogo di cure e ristoro per i pellegrini in viaggio verso Roma, si trovano quattro sale prove, una foresteria di circa settanta posti letto e una cucina attrezzata. La Corte Ospitale si configura quindi quale luogo ideale per la produzione teatrale, grazie anche allo scambio e al dialogo che si crea tra gli artisti in residenza.

A partire dal 2007 la gestione artistica e organizzativa affidata a Walter Zambaldi ha dato un forte impulso all'attività di produzione e circuitazione degli spettacoli prodotti, incrementando anche il numero e la qualità delle residenze artistiche. Nel complesso, l'insieme degli spettacoli prodotti e in residenza danno vita ad una linea progettuale coerente che connota la direzione intrapresa dal centro nell'ottica della ricerca e della sperimentazione artistica.

Gli artisti prodotti e distribuiti dalla Corte Ospitale sono Giuliana Musso, Danio Manfredini, Oscar De Summa, Paolo Rossi e Roberta Biagiarelli. Grazie a queste collaborazioni, il nostro centro prosegue nello studio dei nuovi linguaggi della scena, nella direzione del teatro popolare di ricerca.

Grazie alla collaborazione stretta con Giuliana Musso nel 2008, La Corte Ospitale produce e distribuisce Mio Eroe (anno 2016), Wonder Woman (anno 2015), La fabbrica dei preti (anno 2012) Tanti saluti (anno 2008), Sexmachine e Nati in casa.

A partire dal 2008, ha inizio la collaborazione con Paolo Rossi per la gestione e realizzazione dei laboratori di studio sul tema del teatro popolare. È del 2009 la decisione di produrre il nuovo spettacolo di Rossi, Il Mistero Buffo di Dario Fo, che debutta nella primavera del 2010. La collaborazione con Rossi continua negli anni: sono produzioni La Corte Ospitale Serata del Disonore, Confessioni di un cabarettista di m. (in collaborazione con Sky), L’amore è un cane blu, Paolo Rossi e i virtuosi del Carso, L’importante è non cadere dal palco, L'improvvisatore e L'improvvisatore 2 l'intervista.

A partire dal 2010 La Corte Ospitale produce e distribuisce il lavoro di Danio Manfredini, una delle voci più intense del teatro contemporaneo: da questa collaborazione nascono gli spettacoli Il principe Amleto (anno 2012), Vocazione (anno 2014) e Luciano (anno 2017). La Corte Ospitale distribuisce anche gli altri spettacoli di Manfredini: Tre studi per una crocifissione, Al Presente (riallestimento 2018), Cinema Cielo e Il sacro segno dei mostri.

Di Oscar De Summa La Corte Ospitale produce Riccardo III e le regine e Un Otello altro, seconda e terza tappa dopo Amleto a pranzo e a cena, di un progetto di riscrittura in chiave pop dei classici shakespeariani. Nel 2016 produce e distribuisce la Trilogia della provincia, racconto in tre capitoli della provincia italiana, composto da tre monologhi di e con Oscar De Summa: Diario di provincia, Stasera sono in vena (anno 2014) e La sorella di Gesucristo (anno 2015). Nel 2018 De Summa esce con un nuovo monologo: Soul music – dal lato opposto.

La Corte Ospitale avvia nel 2014 una collaborazione con Roberta Biagiarelli di cui produce e distribuisce Figlie dell'epoca, storie di alcune donne della Grande Guerra.

A partire dal 2015 La Corte Ospitale è riconosciuta dal Ministero e dalla Regione come soggetto titolare di residenza secondo l’articolo 45 del DM 1 luglio 2014.

Sono stati in residenza creativa presso La Corte Ospitale, tra gli altri, Carrozzeria Orfeo, Il Mulino di Amleto, Circo MagdaClan, Laden Classe, Lapso Cirk, Babilonia Teatri, Teatro Sotterraneo, Dario Fo, Massimo Castri, Moni Ovadia, Giorgio Rossi, Francesco Scavetta, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Jurij Alschitz, Ruggero Cara, Corrado Augias, Simona Bucci, Fulvio Ianneo, Gabriele Vacis, Giulio Casale, Francesco Niccolini, Alessandro Benvenuti.

Grazie al sistema delle residenze La Corte Ospitale ha dato vita a Forever Young, un importante progetto a cadenza biennale di sostegno alle giovani istanze creative.

Dall'autunno del 2015 la direzione organizzativa del centro è affidata a Giulia Guerra.

La Corte Ospitale ha in gestione il Teatro Herberia di Rubiera, dove programma una ricca stagione di prosa e due rassegne per il teatro ragazzi. 
Programma inoltre nel Chiostro della Corte Ospitale una rassegna estiva dal titolo L'Emilia e una notte.

A luglio 2017 La Corte Ospitale ritira il Premio Nico Garrone 2017 al progetto per aver saputo dare positivo impulso alla cultura teatrale.

La Corte Ospitale è un'associazione senza scopo di lucro, i cui soci sono il comune di Rubiera, la Provincia di Reggio Emilia e Minimum Fax Media. Presidente e legale rappresentante Giovanni Montorsi. 
L'attività della Corte Ospitale è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo e dalla Regione Emilia-Romagna.

 

____________________________

 

Who we are


 

La Corte Ospitale is a Theatrical Production and Residency Center attentive to the new languages ​​of the contemporary scene. The Association is headquartered in Rubiera, province of Reggio Emilia, within a 16th century monumental complex used as a Cultural Center since 2000, following a careful restoration that, while preserving its architectural characteristics, has provided it with equipment cutting-edge technology.

Inside La Corte Ospitale, once a place of care and relief for pilgrims traveling to Rome, there are four rehearsal rooms, a guesthouse of about seventy beds and a fully equipped kitchen. La Corte Ospitale is therefore configured as an ideal place for Theatrical Production, thanks also to the exchange and dialogue created between the Artists in Residence.

Since 2007, the artistic and organizational management entrusted to Walter Zambaldi has given a strong impetus to the Production and the Distribution of the performances produced, also increasing the number and quality of the Artistic Residences. On the whole, the set of performances produced and in Residence give life to a coherent design line that connotes the direction taken by the Center from the perspective of Research and Artistic Experimentation.

The Artists produced and distributed by La Corte Ospitale are Giuliana Musso, Danio Manfredini, Oscar De Summa, Paolo Rossi and Roberta Biagiarelli. Thanks to these collaborations, our Center continues to study the new languages ​​of the scene, in the direction of Popular Theater Research.

Thanks to the close collaboration started in 2008 with Giuliana Musso, La Corte Ospitale produces and distributes Mio Eroe (2016), Wonder Woman (2015), La fabbrica dei preti (2012) Tanti saluti (2008), Sexmachine and Nati in casa.

Beginning in 2008, the collaboration with Paolo Rossi began for the management and realization of study laboratories on the theme of popular theater. In 2009 the decision to produce the new performance of Rossi, Il Mistero Buffo by Dario Fo, debuted in spring 2010. The collaboration with Rossi continues over the years: productions by La Corte Ospitale are Serata del Disonore, Confessioni di un cabarettista di m. (in collaboration with Sky), L’amore è un cane blu, Paolo Rossi e i virtuosi del Carso, L’importante è non cadere dal palco, L’Improvvisatore and L’Improvvisatore 2 l’intervista.

Starting in 2010, La Corte Ospitale produces and distributes Danio Manfredini’s work, one of the most intense voices of Contemporary Theater: this collaboration gave birth to the performances Il principe Amleto (2012), Vocazione (2014) and Luciano (2017). La Corte Ospitale also distributes the other Manfredini’s performances: Tre studi per una crocifissione, Al Presente (re-staging 2018), Cinema Cielo and Il sacro segno dei mostri.

By Oscar De Summa La Corte Ospitale produces Riccardo III e le regine and Un Otello altro, second and third step after Amleto a pranzo e a cena, a project of rewriting in a pop key of the Shakespearean classics. In 2016 produces and distributes La Trilogia della provincia, an Italian province tale in three chapters, composed by three monologues by and with Oscar De Summa: Diario di provincia, Stasera sono in vena (2014) and La sorella di Gesucristo (2015). In 2018 De Summa comes out with a new monologue: Soul music - dal lato opposto.

La Corte Ospitale starts in 2014 a collaboration with Roberta Biagiarelli of whom produces and distributes Figlie dell’epoca, stories of women during the Great War.

Starting from 2015, La Corte Ospitale is recognized by the Ministry and the Region as entitled to residence in accordance with Article 45 of the Ministerial Decree of 1 July 2014.

There have been in Creative Residency at La Corte Ospitale, among others, Carrozzeria Orfeo, Il Mulino di Amleto, Circo Magdaclan, Laden Classe, Lapso Cirk, Babilonia Teatri, Teatro Sotterraneo, Dario Fo, Massimo Castri, Moni Ovadia, Giorgio Rossi, Francesco Scavetta, Michele Abbondanza and Antonella Bertoni, Jurij Alschitz, Ruggero Cara, Corrado Augias, Simona Bucci, Fulvio Ianneo, Gabriele Vacis, Giulio Casale, Francesco Niccolini, Alessandro Benvenuti.

Thanks to the Residency system, La Corte Ospitale has given life to Forever Young, an important biennial project to support young creative instances.

Since autumn 2015 the organizational management of the Center has been entrusted to Giulia Guerra.

La Corte Ospitale manages the Teatro Herberia in Rubiera, where it plans a rich season of prose and two reviews for children’s theater.
Moreover, in the Cloister of La Corte Ospitale, is scheduled a summer program entitled L’Emilia e una notte.

In July 2017 La Corte Ospitale takes the Nico Garrone 2017 Prize to the project for being able to give a positive boost to the theatrical culture.

La Corte Ospitale is a non-profit Association, whose members are the Municipality of Rubiera, La Provincia of Reggio Emilia and Minimum Fax Media. President and legal representative Giovanni Montorsi.
La Corte Ospitale activity is supported by Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo and by Regione Emilia-Romagna.

 

 

logoMIBACT logo regione emilia romagna

Condividi su