Bottega Rosenguild

COME FARSI DEGLI AMICI E POI UCCIDERLI

di Halley Feiffer
regia Vittorio Borsari
con Elisa Benedetta Marinoni, Silvia Rubino, Chiara Verzola
compagnia Bottega Rosenguild

periodo residenza marzo 2016

Provincia, 2015, ma con le radici affondate negli anni '90. Protagoniste di questa storia sono Ada e Sam, sorelle, lasciate crescere senza il controllo della mamma in un minuscolo microcosmo casalingo. Tra i muri dell'infanzia e dell'adolescenza si insinua anche Dorrie, bambina sovrappeso, emarginata dai suoi coetanei, ma amata incondizionatamente da Ada e Sam. Le tre creano un triangolo morboso di affetti e rivalità che prosegue nell’adolescenza fino all’età adulta. Grande tema di “Come farsi degli amici e poi ucciderli” è infatti l'incapacità di diventare adulti, di buttarsi nel mondo, di affrontare le proprie ferite e avere la forza di volontà di superarle.

BOTTEGA ROSENGUILD si occupa di produzione di spettacoli teatrali, organizzazione di eventi e progettazione nell’ambito della cultura in collaborazione con enti pubblici e privati. Nasce a Crema nel 2010 da un’idea di Elisa Benedetta Marinoni e fin dalla sua fondazione sceglie la via della drammaturgia contemporanea, prediligendo dove possibile la compartecipazione di autori esterni con la ferma intenzione di costruire con essi una solida base di lavoro e collaborazione, mescolando energie ed esperienze differenti. Infatti dopo il primo studio de La Stanza Enorme che vince il bando Offx3 di Trento e Histoire d'A - uccidili tutti, vincitore del Premio Nuove Sensibilità 2010/2011, Bottega Rosenguild coproduce insieme al Teatro Stabile delle Marche, AMAT e Pierfrancesco Pisani Fedra - rivista a tranci di Andrea Cosentino. L'anno successivo nasce lo spettacolo Le Beatrici, scritto e diretto da Stefano Benni, con il sostegno del Festival dei Due Mondi di Spoleto, dove lo spettacolo debutta nell'estate 2012. Nel 2014 il percorso prosegue con Tre Desideri, una commedia già acclamata al Fringe Festival di Edimburgo, scritta dall'autore e attore inglese Ben Moor che partecipa al progetto in veste di supervisore artistico. Lo spettacolo - attualmente in tournée - vince il Premio delle Arti L. A. Petroni 2014 all’interno del Festival delle Nuove Creatività Lombarde. Con Progetto ANATRA, sviluppato nel 2015, Bottega Rosenguild ha vinto il bando fUNDER35 di Fondazione Cariplo. Lo scorso anno, inoltre, è stato prodotto, insieme a Teatrino dei Fondi di San Miniato, un testo di Michele Santeramo, che ha debuttato a Kilowatt Festival ed è attualmente in torunée. Tra le collaborazioni annoveriamo, tra gli altri, il Teatro Stabile delle Marche, AMAT, Festival dei 2Mondi di Spoleto, Teatro Litta di Milano, ParmaConcerti, Infinito srl/Pierfrancesco Pisani, Zetema Progetto Cultura (Comune di Roma), Comune di Salò (BS) e Comune di Crema (CR).

Photogallery

Condividi su