Nuove produzioni e riprese cult

proposte per la stagione 2016-2017

Nuove produzioni e una ripresa cult sul segno del teatro popolare di ricerca

La Corte Ospitale presenta le nuove produzioni per questa nuova stagione teatrale segnata dal ritorno di Paolo Rossi con “L’improvvisatore”: un monologo autobigorafico sulla sua professione di comico “o di qualsiasi mestiere che contempli l’improvvisazione, con tutti i suoi rischi azzardi e ricadute anche nella vita”.

Dopo il successo di Wonder Woman scritto assieme a Marta Cuscunà e Antonella Questa, Giuliana Musso con “Mio Eroe” vive la storia di una madre di un soldato morto in Guerra. Un spettacolo dove l’espressione del riso e quella del pianto si rincorrono e a volte si fondono. La madre del soldato non racconta la morte del figlio ma la sua vita: la nascita, i primi mesi, l’infanzia, l’adolescenza.

Continua la pluriennale collaborazione del La Corte Ospitale con l'autore e attore Oscar De Summa. Oltre al successo del pubblico e della critica ottenuto con “Stasera Sono in vena” (premio Cassino Off, finalista premi Ubu 2015) quest'anno saranno proposti due nuovi suoi lavori disponibli da giugno: “La Sorella di Gesucristo” e “Riccardo III e le le regine“La Sorella di Gesucristo” è un racconto semplice, lineare, che si avvale di tutti gli strumenti classici della narrazione, per raccontare una storia di ordinaria violenza che si sviluppa al sud e che riguarda lo scontro, sempre attuale, tra maschile e femminile. “La storia è semplice: una ragazza impugna una pistola e attraversa tutto il paese, a piedi, per andare a sparare ad un coetaneo che il giorno prima le ha fatto violenza. Questa sua camminata silenziosa ma determinata attraverso il paese costringe tutti quanti a dover prendere una chiara posizione rispetto a questa azione illegale ma necessaria”. Con “Riccardo III e le regine” prosegue la ricerca di Oscar De Summa nella direzione di una rivisitazione in chiave pop dei classici shakespeariani. Ecco che, dopo Amleto a pranzo e a cena e Un Otello altro, De Summa torna al teatro con un lavoro corale, che a differenza dei precedenti, prevede la presenza in scena al suo fianco di attrici donne, le tre regine.

Il corpo e la sua continua trasformazione è al centro del percorso artistico della coreografa Silvia Gribaudi con il suo progetto R.OSA. Dal 2011 Silvia Gribaudi lavora con donne over 60 in Italia e all’estero. Alcune delle partecipanti, tra cui Rosaria Venditelli, la seguono costantemente: nasce così l’idea di poter raccontare alcune di loro attraverso filmati e la ricerca del gesto e della danza. Nel 2015 ha lavorato sul corpo BBW e ha incontrato Claudia Marsicano. Un’artista italiana giovane e piena di talento. Così è nato: r.osa. Un racconto di Donne e Corpi oltre tempo, taglia, forma e resistenza. Il progetto prevede un primo step di lavoro con presentazioni anteprima nel 2016 con due interpreti. Nel 2017 verrà inserita la terza r.osa sulla base di open call pubblica: “Ti senti una donna OVER?”.

Di assenza, si narra nello spettacolo “Il Bugiardo” di Carlo Guasconi diretto da Emiliano Masala una storia basata sul non aver più niente, se non ricordi e poca forza nell’affrontarli. Il Padre, protagonista dell’opera, sprofonda nella palude melmosa del dolore dato da mancanze famigliari, dal pentimento per parole non dette, da un passato che non svanisce e che lui non vuole assolutamente dimenticare. “Il testo ha convinto la giuria che lo premia all’unanimità. Carlo Guasconi riesce ad affrontare il tema del lutto, con profondità e grazia. Presente e passato, vivi e morti si incontrano sul palco per affrontare e tentare di conciliare il peso delle assenze: come superare lutti insopportabili, come accettare la fine degli affetti più grandi? L’autore scolpisce, con sorprendente intensità e altrettanta maturità, tre personaggi: il padre, la madre, il figlio. Mai scontati, sempre umani, umanissimi, fertile terreno di prova per gli attori che in futuro li andranno ad interpretare.” (dal verbale della giuria dell’11° Premio Riccione Pier Vittorio Tondelli).

Tante sono le riprese disponibili per la stagione teatrale 2016-2017.
Roberta Biagiarelli con il suo “Figlie dell'epoca”, uno spettacolo in cui al centro del racconto è un fatto marginale della storia del primo conflitto mondiale, il Congresso internazionale delle Donne all’Aja il 28 aprile 1915, dove 1136 donne pacifiste provenienti da tutta Europa e dall’America si riunirono per cercare la strada per una pace possibile. Una duplice occasione, quindi, per celebrare l’anniversario del diritto di voto delle donne ma, nello stesso tempo,  la ricorrenza del centenario della prima guerra mondiale da un altro punto di vista quello di genere, con un obiettivo opposto, quello della pace.
Emanuela Grimalda con “Le Difettose” tratto dal romanzo di Eleonora Mazzoni sul tema della fecondazione assistita.

Quest'anno ritorna un cult firmato Danio Manfredini, artista che da anni vive i nostri spazi de La Corte Ospitale e con il quale la stagione passata è stata accompagnata dal suo ultimo successo, ancora in distribuzione, “Vocazione: il viaggio di un artista di teatro nelle sue paure, desideri e consapevolezze legati alla pratica del suo mestiere. Di tutt'altro stile è la ripresa di “Cinema Cielo” - spettacolo vincitore del Premio Ubu 2004 ispirato al cinema Cielo, nota sala a luci rosse di Milano ora chiusa, lo spettacolo mette una lente d'ingrandimento su un'umanità per la quale il sesso è bisogno, evasione, merce, voglia di compagnia e fantasma d'amore. Lo sguardo è rivolto alla sala cinematografica, lo spettatore spia le presenze che abitano il luogo. Il sonoro che scorre è liberamente ispirato ad un romanzo di Jean Genet e racconta do Luois che tutti chiamano Divine, dei suoi amanti e di Nostra signora dei fiori, seducente assassino. Trasferendo l'opera di Genet in una partitura sonora per quadri e intrecciandola con la vita di un cinema a luci rosse, prende forma un'opera che risuona della complessità del romanzo e lo aggancia fortemente al mondo contemporaneo. 

Per info e dettagli sulle nuove produzioni e sulle riprese invitiamo a scaricare la nostra circolare per la stagione 2016-2017.