Nuove produzioni per La Corte Ospitale

ecco tutti i protagonisti della stagione 2017-2018

Danio Manfredini, Emiliano Masala con Mariangela Granelli, Carlo Guasconi e Nicola Pannelli e Walter Leonardi i protagonisti delle nuove produzioni 2017, insieme a Giuliana Musso, Oscar De Summa, Paolo Rossi, Carullo-Minasi e Roberta Biagiarelli che propongono per l’estate e per la prossima stagione i loro spettacoli del repertorio, compongono la ricca proposta della Corte Ospitale per il 2017 e 2018.

 

Sono tre i nuovi progetti produttivi per il 2017, che insieme alle riprese delle precedenti produzioni, compongono la proposta produttiva del centro per l’estate 2017 e per la prossima stagione 2017-2018.
Danio Manfredini è in questi mesi al lavoro su Luciano, nuova creazione, in coproduzione con Associazione Gli Sacrti di La Spezia, che avrà per centro omosessualità e follia, temi cari a Manfredini. Il lavoro, che presenteremo in forma di studio ad Armunia a luglio 2017, sarà disponibile per l’autunno, dopo il debutto a settembre a Terni Festival 2017.
In collaborazione con Proxima Res, produciamo Essere Bugiardo di Carlo Guasconi, testo vincitore del 53esimo Premio Riccione Teatro, con Mariangela Granelli, Carlo Guasconi e Nicola Pannelli, regia di Emiliano Masala. Lo spettacolo, realizzato in coproduzione con Riccione Teatro, è disponibile a partire da luglio 2017.
In collaborazione con Buster, La Corte Ospitale produce Trip Divino (titolo provvisorio), di Walter Leonardi e Carlo G. Gabardini, con Walter Leonardi, Flavio Pirini, Alice Redini, Paola Tintinelli. Lo spettacolo è disponibile dall’utunno 2017.

A questi nuovi allestimenti, si affiancano le produzioni e i progetti già presentati nei mesi passati, che sono disponibili per l’estate 2017 e per la prossima stagione teatrale.
In particolare, dopo il successo delle anteprime di R.Osa di Silvia Gribaudi, con Claudia Marsicano (finalista ai premi UBU 2016 come migliore performer under 35), lo spettacolo prosegue il suo tour nel 2017 e debutta nella sua forma definitiva a Civitanova Marche il 24 marzo 2017, seguono altre date, alcune delle quali in prestigiosi festival estivi.
Prosegue anche il tour di Giuliana Musso, in particolare con Mio eroe (arriveremo anche a Roma, al Teatro Quarticciolo, ad aprile 2017): “Giuliana Musso ribadisce che la parola vera ha ansia di bellezza: prima che verità, è pace” (Simone Azzoni), ma anche degli altri spettacoli del repertorio, in particolare La fabbrica dei preti, di cui produrremo nel 2017 il video integrale, alla ricerca di nuovi spazi di visione, e di nuovo pubblico per questo spettacolo che giunge al quinto anno di tournée.
Oscar De Summa prosegue con la proposta della fortunata trilogia della provincia, nel 2016 selezionato da rete Critica come migliore spettacolo dell’anno. In particolare i due spettacoli finali della trilogia, Stasera sono in vena e La sorella di Gesucristo sono disponibili per l’estate e per la prossima stagione teatrale, insieme a Riccardo III e le regine, la prova più corale di De Summa, che dirige un cast femminile per rileggere in chiave pop un classico shakespeariano.
Danio Manfredini, pure impegnato nella nuova produzione, prosegue con il tour di Vocazione (produzione 2014 – nel 2017 è previsto un breve tour in Francia) e di Cinema Cielo, il cui fortunato riallestimento ha debuttato nell’autunno del 2016.
E’ disponibile anche per l’autunno, dopo il successo che ci ha accompagnato dal debutto, delirio bizzarro, lo spettacolo dei Carullo-Minasi vincitore del bando forever young 2015/2016; “[…] Dovrebbero imparare da Carullo e Minasi come evocare con arguta delicatezza il disagio e la sofferenza. Il loro Delirio bizzarro, nato a contatto con un Centro di Salute Mentale, mostra due figurette, un paziente in preda alle proprie visioni maniacali e un’assistente determinata, un po’ carrierista, che a poco a poco sembrano scambiarsi i ruoli. E’ una scheggia di vita fragile, tenue, ma che va caricandosi via via di una verità stranamente personale”, dice dello spettacolo Renato Palazzi sulle pagine del Sole24Ore.
E’ ancora disponibile infine Figlie dell’epoca, lo spettacolo di e con Roberta Biagiarelli che racconta la prima guierra mondiale attraverso lo sguardo delle donne riunitesi all’Aja nel mezzo del conflitto per ragionare di pace, di Europa, di frontiere, di scambi liberi di persone e idee.

Scarica la nostra circolare //  LACORTEOSPITALE-produzioni-20172018.pdf

Condividi su