Molière e Madeleine

testo e regia Roberto Cavosi 
con Patrizia Milani, Marco Spiga 
e con Antonio Carnevale 
scene Alessandro Chiti 
costumi Daniele Gelsi 
disegno luci Luca Bronzo 
musiche Alfredo Santoloci 
responsabile tecnico Guido Pastorino 
produzione La Corte Ospitale 

Molière e Madeleine, è il racconto di una delle più famose coppie di teatranti, Molière e Medeleine Bejart.
L’azione si svolge nella notte tra il 16 ed il 17 febbraio 1673, sul palcoscenico del teatro dove Molière stava rappresentando Il Malato Immaginario.
La notte in cui Moliere renderà l’anima a Dio, per quanto Dio avesse realmente voglia d’accoglierla.
Il figlio di un tappezziere, Jean-Baptiste Poquelin detto Molière, è infatti in collera con il nostro Creatore e con l’umanità intera: una collera così sorda da provocargli i mali più impensati, da farlo sentire ormai un osso completamente spolpato, da diventare lui stesso un malato immaginario.
Ma c’è una ragione più profonda, forse la stessa ragione per cui la peste stava decimando Tebe ai tempi d’Edipo: egli infatti non sa se la sua attuale sposa, la giovane figlia della Bejart, sia sua figlia.
Madeleine, in quella strana notte, è con lui, ma non vuole sciogliere l’enigma.
Lo scontro tra i due ex amanti diventa così cocente e lacerante, ma anche e soprattutto rivelatore di un grande amore, di un amore carnale e intellettuale al tempo stesso, un amore capace di legarli per sempre.