Evoè teatro | Il Drago d'oro

in residenza nei nostri spazi | tra dicembre e gennaio '18

IL DRAGO D'ORO

di Roland Schimmelpfennig

regia Toni Cafiero
con
Emanuele Cerra
Clara Setti
Marta Marchi
Silvio Barbiero
Paolo Grossi

traduzione Stefano Zangrando
assistente alla regia Paolo Malvisi
disegno luci Alice Colla
costumi Tessa Battisti
tecnico luci Luca Brun
organizzazione Stefania Segatta
progetto grafico Mirko Piffer
foto copertina Marco Leonardo Pieropan

un ringraziamento particolare a Michele Abbondanza

produzione Evoè!Teatro
in collaborazione con La Corte Ospitale - Forever Young 2017/2018

realizzato con il contributo di Fondazione Caritro, Provincia Autonoma di Trento, Comune di Rovereto Assessorato alla Cultura, in collaborazione con il Comune di Brentonico

Sinossi

Uno spaccato crudele e intricato della società di oggi, un microcosmo di relazioni, incontri, coincidenze, dinamiche famigliari, giochi di potere, violenze. Al centro della scena un ristorante thai cino vietnamita, “Il Drago d’oro”. In cucina cinque cuochi cinesi, accalcati tra wok bollenti; il più piccolo, quello nuovo, ha mal di denti. Fuori e dentro il ristorante s’intrecciano altre figure, volti della società in cui viviamo: un negoziante, due hostess, un uomo in camicia, una donna in rosso, un pilota, una coppia di giovani, un vecchio... Ciascuno costretto a fare i conti con la vita che scorre, con il tempo, le aspettative, le frustrazioni, le cicatrici, i desideri... Un rincorrersi di scene e situazioni dai sapori più svariati, spaccati drastici e crudeli che assumono le sfumature di una favola nera, paradossale, surreale, complessa...

Condividi su