Oyes | Schianto

in residenza artistica | tra gennaio e marzo '18

SCHIANTO

ideazione e regia Stefano Cordella
drammaturgia collettiva
con 
Francesca Gemma, Dario Merlini, Umberto Terruso, Fabio Zulli
disegno luci Stefano Capra
sound design Gianluca Agostini
scenografia e costumi Maria Paola Di Francesco
assistente alla regia Noemi Radice
organizzazione Valeria Brizzi
con il sostegno di Armunia - Centro di Residenze e La Corte Ospitale - Residenze Artistiche 2018
spettacolo finalista al bando Forever Young de La Corte Ospitale

durata 70 minuti

Un viaggio surreale nell'inconscio della nostra generazione.
Lo schianto è la condizione di partenza della nostra generazione. Tutto è esploso intorno e ci sentiamo persi, senza appigli e riferimenti. Siamo immersi in un limbo confuso e inquietante in cui regna l’instabilità economica e sentimentale. Le ideologie sono crollate e la mancanza di prospettive rende indefiniti e sbiaditi gli oggetti dei nostri desideri. Ogni personaggio di SCHIANTO dovrà fare i conti con la propria spinta vitale in equilibrio precario tra speranza e disillusione. La storia è un pretesto per far esplodere i rapporti tra i personaggi ed esplorare l’abisso del desiderio contemporaneo. Una serie di incidenti reali e metaforici porterà i quattro protagonisti a condividere ansie, paure e quel che resta dei sogni nell’epoca della disillusione.

BIO – Oyes nasce nel 2010 attorno allo spettacolo Effetto Lucifero con cui vince il premio Giovani Realtà del Teatro ed è finalista al Premio Riccione Tondelli 2011. Il Teatro Filodrammatici ospita i primi lavori della compagnia tra cui Assenti per sempre, Luminescienz e Va Tutto Bene. Il Preferito debutta al Teatro Litta in occasione del Festival Hors. Con gli spettacoli Vania e Io non sono un gabbiano Òyes rilegge Cechov confrontandosi con due capolavori dell'autore russo e ricevendo diversi riconoscimenti. Vania è anche finalista a Inbox 2017. Òyes partecipa ad importanti festival nazionali come Primavera dei Teatri e Trasparenze. Per due anni consecutivi ottiene il sostegno di Agis e Regione Lombardia grazie al bando Next-laboratorio delle idee, che permette alla compagnia di circuitare in importanti teatri su tutto il territorio nazionale e di essere inserita nelle stagioni del Teatro Stabile del Veneto e del Piccolo Teatro di Milano.     Con il progetto T.R.E. si aggiudica il bando F-under 35 per le imprese culturali. Nel 2018 Òyes vince il Premio Hystrio Iceberg come migliore compagnia emergente. 

Condividi su