La Corte Ospitale

La cotogna di Istanbul
Teatro Herberia

mercoledý 9 novembre 2011, ore 21

La cotogna di Istanbul

di Paolo Rumiz
musiche di Alfredo Lacosegliaz
con Paolo Rumiz
e con
Ornella Serafini, canto
Cristina Verità, violino, canto
Daniele Furlan, clarinetto
Orietta Fossati, tastiere
Alfredo Lacosegliaz, tamburitza, aggeggi
Lo spettacolo è tratto dall'omonimo romanzo-canzone scritto al ritmo di ballata, fascinoso e avvolgente come una storia narrata attorno al fuoco. Racconta di Max e Maša, e del loro amore.
Maxilmilian Altenberg, viennese, incontra a Sarajevo Maša Dizdarević, "occhio tartaro e femori lunghi", donna selvaggia, splendida e inaccessibile. Scatta un'attrazione potente che però non ha il tempo di concretizzarsi. Da lì in poi comincia una storia che porta Max in un viaggio che è rito, scoperta e resurrezione.
In scena Paolo Rumiz, giornalista di Repubblica e autore del libro, dà voce alla storia, accompagnato dalle musiche che riecheggiano stili e modi dei paesi percorsi dalla narrazione, attraversando l'area Balcano-Danubiana fino a toccare sonorità del prossimo MedioOriente; e vengono integrate da un video scritto
in una partitura parallela alla musica, che guida la scansione scenica ed evoca suggestioni geografiche.

 

Photogallery