La Corte Ospitale

La base
Teatro Herberia

domenica 18 dicembre 2011, ore 21

La base

esito aperto del laboratorio sul teatro d'indagine condotto da Giuliana Musso
per il progetto Giovani a Teatro 2010-2011 di Fondazione di Venezia - Euterpe Venezia
proseguito con la partecipazione di Corte Ospitale

ideazione e conduzione Giuliana Musso
con Marco Artusi, Chiara Benedetti, Evarossella Biolo, Chiara Dall’Osto, Anna Novello, Paolo Piludu, Martina Pittarello, Beatrice Sarosiek, Arianna Sinigaglia, Claudia Stefani
La base è quello di cui ci siamo occupati per sei mesi: una base militare straniera grande come un paese costruita dentro a una città. Ci siamo occupati anche di un metodo di ricerca e scrittura che costituisce la base di un fare un teatro che si immerge nel reale e ne resta contaminato come una felice malattia. Ci siamo un po’ ammalati di questo modo di fare teatro e la convalescenza è uno stato di meraviglia, di indignazione, di urgenza. Abbiamo indagato e scoperto: innanzitutto che ci vuole tempo. Tempo per osservare, ascoltare e registrare, per attraversare a piedi un territorio, per attendere un testimone, per leggere i nessi e le contraddizioni di quel che accade, tempo e pazienza per dare voce ai dubbi e per formulare una domanda. Abbiamo indagato e scoperto che c’è un teatro che non si rivolge a se stesso, che non si cerca con lo sguardo nello specchio, che non nasce sui palcoscenici.

L’idea di raccontare la base mentre la stanno costruendo è un’idea teatralmente fallimentare. Non è storia, è cronaca. E poi manca il morto, i lutti, la tragedia… dove sta il climax drammatico, la catarsi? Non c’è.
La mia conclusione è scontata: se il teatro non si addice alla cronaca, ne faremo a meno. Del teatro.
Con l’auspicio che fra trenta o quarant’anni La base non sia divenuta nel frattempo il soggetto di un altro bellissimo ma allora sì, dolorosissimo, spettacolo teatrale.

Giuliana Musso
 

Photogallery